Close

UN CAPRO ESPIATORIO MA MAI UNA SOLUZIONE

26 Agosto 2020

Tutti dobbiamo cercare di avere un comportamento prudente ma dobbiamo vivere!
Non si può immaginare di sottostare a regole assurde e impraticabili rinunciando a VIVERE.

La capacità di convivenza con un virus che sapevamo non se ne sarebbe andato con l’estate ma CHE si è indebolito, non può essere fronteggiato solo con il lockdown perche’ non dipende solo dai comportamenti di ciascuno di noi, ma anche da grado di preparazione di servizi che lo Stato ha scelto di gestire, in particolare quello alla salute, dal quale, a distanza di mesi, possiamo pretendere una maggiore prontezza e capacità di risposta rispetto ai mesi di febbraio/marzo.

Se la prossima sfida, e la più importante per il Paese, è la riapertura delle scuole, essa non può dipendere da comportamenti estemporanei, ma da pratiche e protocolli che debbono essere l’esito di riflessione attenti, e dalla capacità di attuarli.

Additare come causa di un eventuale aumento sistematico dei contagi, CHE NON VUOL DIRE AUMENTO DEI MALATI, la voglia d’estate dei giovani è una malevola ipocrisia pari solo a quella con cui è passata l’idea che gli untori fossero gli immigrati o gli italiani di rientro.

Al governo Conte serve solo a trovare un capro espiatorio, ma non una soluzione. Un atteggiamento che non promette nulla di buono, in vista del 14 settembre.

Vietato ballare ma non assembrarsi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social_facebook