Close

POVERO LETTA

26 Aprile 2021

Letta è ancora scottato dal suo breve periodo di presidente del consiglio di un governo di larghe intese, che abbracciava tutti, tranne lega e Fratelli d’Italia.
Ricorda le tensioni interne ed i cannoneggiamenti esterni degli stessi partiti che erano in maggioranza.
Il PD con tutta l’ala RENZIANA che criticava e faceva mancare i numeri al fine di fiaccare Letta per poi prenderne il posto, come abbiamo visto.
Forza Italia, con Brunetta che un giorno si e l’altro pure, criticava il governo di cui il suo partito faceva parte e di cui ero una espressione al governo di quel partito.
Un comportamento che ritroviamo oggi nella lega con una grande differenza, che non ci sono altri partiti di lotta e di governo, quindi Draghi può vivere una stagione migliore.
Per esperienza personale, non ho mai creduto e non credo ai governi di larghe intese: troppe differenze ideali e ideologiche, troppi interessi contrapposti che producono interventi normativi e iniziative che non risolvono i problemi e scontentano sempre qualcuno.

Letta: “Mai più No della Lega al Governo. Salvini decida: dentro o fuori”

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social_facebook