L’ESPRESSO CONDANNATO PER DIFFAMAZIONE

Il caso mi riguarda perché nel 2013 L’ESPRESSO fece una serie di articoli contro il sottoscritto sulla questione PGT Basiglio e sulla mia nomina a sottosegretario nel Governo delle larghe intese.
Articoli che furono anche fotocopiati e diffusi alla cittadinanza durante la campagna elettorale col chiaro intento di denigrare e diffamare la mia persona e la mia famiglia.
Dopo 4 anni il tribunale civile ha riconosciuto la valenza diffamante e gratuita delle varie “accuse” mosse dal giornalista ed ha condannato al risarcimento dei danni sia il giornalista che la casa editrice l’espresso.
Il tempo è galantuomo.