Close

LA MENSA SCOLASTICA? A BASIGLIO SI GESTISCE CON L’iPHONE

1 giugno 2013

Il Comune meneghino è il primo in Italia a lanciare un’app che consente alle famiglie di gestire il pagamento della refezione direttamente dallo smartphone o dall’iPad.

Burocrazia addio. A Basiglio per gestire e pagare il servizio della mensa scolastica basta l’iPhone.

L’amministrazione comunale ha appena lanciato una nuova app, già disponibile gratuitamente sull’App Store, che consente di effettuare il pagamento della refezione scolastica e di consultare il menu del pranzo direttamente dal telefonino o dall’iPad. Per utilizzare il servizio, che rappresenta una novità assoluta a livello nazionale, è sufficiente scaricare l’app “School Card Basiglio”.

Il codice e la password per accedere ai propri dati sono gli stessi assegnati alle famiglie al momento dell’attivazione della School Card, il servizio informatico per il pagamento della mensa scolastica e le comunicazioni della scuola alla famiglia attivo a Basiglio da diversi anni. Lo sbarco su smartphone e tablet rappresenta infatti solo l’ultimo di una serie di passaggi volti a rendere più efficienti e trasparenti i servizi per i cittadini. Già da anni i genitori degli alunni delle scuole materne, elementari e medie possono accedere con una password al portale del Comune, e avere informazioni aggiornate sui menu serviti ogni giorno in mensa, sulle presenze dei figli e sulla posizione dei pagamenti.

“Il servizio mensa fa parte delle politiche concrete attuate dall’amministrazione comunale, il cui impegno già dal passato mandato ha portato a un notevole miglioramento della qualità dei pasti. – sottolinea il sindaco, Marco Flavio Cirillo – Basti pensare che la nostra mensa scolastica, che serve circa mille ragazzi al giorno, ha introdotto da diversi anni prodotti biologici, Dop e Igp. E che, per garantire il mantenimento del livello del servizio, è stato costituito un Circolo di qualità, del quale fa parte anche un gruppo di mamme, che verifica periodicamente la bontà dei piatti serviti”.

Non solo. Il circolo, del quale fanno parte anche il sindaco, un genitore e un docente per ogni plesso scolastico, un responsabile del servizio Educazione e infanzia, uno della società appaltatrice e uno di quella incaricata del controllo di qualità del servizio, verifica anche la qualità delle derrate, le condizioni dei locali mensa, le modalità di preparazione dei cibi e la loro conservazione.

TUTTE LE NOVITA’ DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA
Dal 2004, anno di insediamento dell’attuale Amministrazione, il servizio di Refezione Scolastica ha registrato rispetto agli anni precedenti importanti novità in tutte le fasi e gli aspetti del servizio. L’amministrazione ha prestato attenzione ad ogni dettaglio, migliorando i menù, differenziati per età e per stagione, ristrutturando i locali per garantire un ambiente igienico e confortevole e garantendo prodotti biologici e locali, in una logica di sostenibilità ambientale.

Con una lunga lettera ed una successiva brochure illustrativa (in allegato in alto a destra) inviate ai genitori degli alunni iscritti al servizio di ristorazione, il sindaco Marco Flavio Cirillo ha illustrato le importanti modifiche che contribuiranno a migliorare ulteriormente la qualità del servizio nell’anno scolastico 2011/2012.

Di seguito, il dettaglio di quanto è stato fatto fino ad oggi.

– I MENU’: le novità della Refezione Scolastica hanno riguardato in primo luogo i menu, che sono stati rivisitati alla luce dell’esperienza degli anni precedenti e avvicinati ai gusti dei bambini. Nello specifico sono stati diversificati i menù per l’asilo nido in riferimento all’età ( 6/12 mesi – 13/36 mesi), un menù specifico per la scuola dell’infanzia ed un menù specifico per la scuola primaria in relazione all’età ( classi 1° e 2° – classi 3°, 4° e 5°). Per gli alunni della scuola secondaria è stata prevista la possibilità di scegliere tra due primi, due secondi e due contorni. Altresì i menù sono stati differenziati a seconda delle stagioni: primavera/estate ed autunno/inverno e sono stati introdotti i menù regionali. A partire dall’anno 2005 attraverso il portale del comune di Basiglio è possibile consultare il menù proposto dal servizio di refezione scolastica.
Tutte le derrate sono di alta qualità: la frutta di stagione, l’olio extravergine di oliva e la conserva di pomodoro, provengono da agricoltura biologica, sono presenti prodotti DOP (grana padano, bresaola, fontina, montasio), IGP e di Filiera Corta (caciotta e formaggio italico).

– BIOLOGICO A KM ZERO: l’Amministrazione si è concentrata non solo sull’utilizzo di derrate di alta qualità, ma ha voluto implementare il valore del servizio attraverso l’impiego di prodotti derivanti da agricoltura biologica (a titolo esemplificativo: aceto, barretta cioccolato, olio extra vergine di olive, pomodori pelati, uovo pastorizzato, carote a rondelle sugelate, cavolfiori surgelati ecc..) prodotti locali a Km zero (a titolo esemplificativo burro, crescenza, grana padano, mozzarella di mucca, pasta di semola ecc…) prodotti locali biologici (a titolo esemplificativo latte uht p/s, cacio, biscotti frollini, gelato al cioccolato). E’, altresì, previsto nel corso dell’anno l’utilizzo di prodotti a rischio di estinzione in sostituzione di altri prodotti al fine di contribuire al sostegno della biodiversità.

– IL CONTROLLO QUALITA’: l’Amministrazione Comunale ha affidato l’attività di controllo del servizio di Refezione Scolastica ad apposita Ditta specializzata in servizi di consulenza, analisi e progettazione in ambito alimentare, agricolo e ambientale. Tale attività si concretizza nella realizzazione di visite ispettive a sorpresa durante le quali viene effettuato il controllo dell’organizzazione del servizio, della conservazione delle derrate e delle tecniche di lavorazione delle stesse, della veicolazione dei pasti, degli aspetti nutrizionali (conformità rispetto al menu previsto, alla tipologia e qualità dei prodotti e alle grammature stabilite), dell’igiene personale e dell’ambiente.
Durante le ispezioni vengono, inoltre, prelevati campioni di cibo ed effettuati tamponi superficiali su attrezzature, macchinari e ambiente per verificarne le condizioni igienico sanitarie e procedere all’analisi dei parametri microbiologici e chimico-fisici.
Non da ultimo, va sottolineata l’importanza del contributo dato al servizio da parte del CIRCOLO di QUALITA’, un organo voluto dall’Amministrazione Comunale costituito da rappresentanti dei genitori, dei docenti, della ditta appaltatrice, della ditta specializzata in funzioni di controllo, del personale comunale e dal Sindaco, che svolge attività di ulteriore monitoraggio della Refezione Scolastica, anche attraverso il supporto delle “mamme assaggiatrici”.

– LA STRUTTURA: dal 2004 ad oggi sono stati molteplici gli interventi ai locali della mensa scolastica, dalla ristrutturazione del centro cottura alla sostituzione del self service più moderno ed esteticamente più adeguato alle aspettative dei bambini, alla creazione di un locale separato destinato alla ristorazione degli adulti e il rifacimento dei servizi igienici.
Con il nuovo appalto, da settembre 2011, è prevista la sostituzione delle attrezzature obsolete con altre tecnologicamente più avanzate, nonché le forniture di nuove vettovaglie a maggiore garanzia igienica durante la fase di lavorazione dei cibi e per una maggiore gradibilità del servizio.
Dal punto di vista dell’edificio, l’Amministrazione Comunale ha iniziato nel 2004 un’opera di riqualificazione dei locali adibiti alla refezione scolastica con un progetto che prevedrà la realizzazione di una “refezione energeticamente sostenibile”, coerentemente con le politiche di sostenibilità adottate. Nello specifico sono previsti:

– l’installazione di impianto fotovoltaico in copertura, sostituzione dei serramenti con quelli a taglio termico e realizzazione di una centrale termica a pompa di calore ad energia geotermica;
– la realizzazione del contro soffitto fonoassorbente e nuovo impianto di illuminazione del locale refettorio;
– la realizzazione dell’impianto di climatizzazione del centro cottura e del locale refettorio;
la realizzazione di un nuovo percorso coperto di collegamento tra la direzione didattica e la scuola media al fine di non interferire col locale refettorio.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social_facebook