Close

DRAGHI: UN RIGIDO ESECUTORE DELL ’AGENDA GLOBALISTA

7 Aprile 2021

Monsignor Viganò: «Draghi in nulla si discosterà dall’agenda globalista, se non nella maggiore efficienza con cui la realizzerà.
Nutrire la speranza che il tecnocrate al quale si deve la devastazione della Grecia possa in qualche modo venir meno al suo compito è da sprovveduti».
Il suo esecutivo condivide «inesorabilmente alla ulteriore perdita di sovranità nazionale e all’asservimento completo al Nuovo Ordine.
Non dimentichiamo che il gabinetto del Primo Ministro annovera personaggi quali Vittorio Colao e Roberto Cingolani, per i quali il GREAT RESET è ormai in stadio avanzato di compimento, con o senza il consenso degli elettori», insiste.
Per Viganò l’avvento di Draghi era «programmato da anni, e che per realizzare fino in fondo il progetto globalista l’élite non esiterà a violare i diritti fondamentali, col pretesto di farlo “per il nostro bene”».
Ed i partiti politici di governo sono tutti complici di questo disegno criminale.

Monsignor Viganò contro Draghi: “Rappresenta la tirannide devastatrice del Nuovo ordine”

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social_facebook