Close

CONTE HA SULLA COSCIENZA I MORTI DI IERI E QUELLI DI DOMANI

1 Agosto 2020

“Quanto è costato il lockdown?”. E non solo in termini economici, ma anche in vite umane? Imporre il lockdown per evitare perdite di vite umane ha comportato di certo la devastazione dell’economia, ma anche l’implicito suggerimento a non curarsi per qualsiasi altra patologia che non fosse il Covid-19 (in molti casi sarebbe stato pure impossibile). Quindi anche il lockdown ha creato vittime, immediate (infarti) e a termine (diverse patologie, in primis quelle tumorali). Anche queste sono vite senza prezzo, o no?

Altre domande: “Quante aziende siamo disposti a far morire per salvare anche solo una vita umana?” Ovvero: “Quanti posti di lavoro siamo disposti a perdere?” E poi “Lo sappiamo che home working (smart è un termine radical chic inventato da influencer di regime) significa che per i lavoratori i pericoli superano di molto i vantaggi e si demolisce una cultura socio sindacale centenaria?” E ancora “Come la mettiamo con la socialità e la vita che sono state drammaticamente sacrificate dall’incompetenza dei virologi di regime?” E per finire “Qual è la risposta sociologica a tutto ciò? Accettiamo che l’alternativa sia il “divano di cittadinanza”, che sta avendo un grande successo nel mondo dei giovani più ignoranti?”.

Un premier curioso: chiede i pieni poteri per decidere di rimandare le decisioni al trimestre successivo

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social_facebook