BASIGLIO: UN CONVEGNO SULLE SMART CITY NELLA CITTÀ MODELLO

In Municipio appuntamento con “Paesaggio ed energia”, incontro nel corso del quale docenti universitari ed esperti di progettazione hanno illustrato l’importanza di uno sviluppo futuro nel segno della sostenibilità.

Il modello di Smart City nordeuropea, e la sua realizzazione nel Comune di Basiglio (in Provincia di Milano), dove le politiche adottate dall’Amministrazione negli ultimi anni hanno posto le basi per la trasformazione del Comune in un laboratorio di sostenibilità ambientale ed economica, sono state al centro del convegno intitolato “Paesaggio ed energia”, che si è tenuto venerdì 26 ottobre alle 21 in Municipio.
L’incontro, che è stato organizzato dall’Amministrazione comunale, è stato l’occasione per fare il punto su come, attraverso un approccio integrato e moderno, la pianificazione urbana possa contribuire al rilancio e allo sviluppo di un territorio.
Nel corso del convegno, moderato dal Sindaco di Basiglio, Marco Flavio Cirillo, docenti universitari ed esperti di progettazione hanno illustrato come la pianificazione dello sviluppo futuro di una città sia fondamentale non solo per valorizzare quanto di nuovo verrà realizzato, ma anche per incrementare dal punto di vista sociale ed economico il valore del patrimonio edilizio esistente. In questo senso la serata, alla quale sono intervenuti tra gli altri, il professor Angelo Bugatti, ordinario di Composizione architettonica e urbana all’Università di Pavia, l’architetto Aldo Castellano, ordinario di Storia dell’Architettura contemporanea alla School of Design del Politecnico di Milano, il professor Francesco Sartori, ordinario di Botanica ambientale e applicata all’Università di Pavia, il professor Giacomo Morri, docente di Real Estate Finance all’Università Bocconi di Milano, e Stefano Apuzzo, presidente dell’associazione “Amici della terra Lombardia”, è stata l’occasione anche per fare il punto sui benefici per il territorio garantiti dal nuovo Pgt recentemente adottato dal Consiglio comunale di Basiglio.
“Il confronto con le esperienze di altri Paesi e realtà è utile per comprendere non solo come la pianificazione dello sviluppo di un territorio sia fondamentale per garantire la tutela dell’ambiente e del suolo agricolo – spiega il Sindaco Cirillo – ma anche come in questo processo sia in gioco il futuro stesso della città e dei servizi per i cittadini. A Basiglio, il Pgt porterà 40 milioni di euro di entrate per le casse comunali sotto forma di investimenti e di oneri, grazie ai quali il Comune potrà continuare a garantire i tanti servizi di alta qualità sviluppati negli ultimi anni e portare a termine quel processo di trasformazione in modello di sostenibilità ambientale ed economica che è stato avviato da tempo da questa Amministrazione”.