BASIGLIO: LA MENSA SCOLASTICA FA IL BIS E VINCE ANCHE IL “SETTE GREEN AWARD”

Il Comune premiato dalla rivista “eco” del Corriere della Sera per il miglior progetto realizzato in Italia da un Ente locale.

30 novembre 2012 – La mensa scolastica di Basiglio fa il bis. E, al premio come migliore “Locale green” d’Italia, ricevuto dal Gruppo Sole 24 Ore la scorsa settimana, aggiunge il “Sette Green Award” assegnato da Sette Green, la rivista “eco” del Corriere della Sera.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato ieri al Sindaco, Marco Flavio Cirillo, da Filippa Lagerbäck e dal direttore di Sette, Pier Luigi Vercesi, nel corso della cerimonia che si è svolta alla Triennale di Milano. All’interno delle sette categorie previste dai Sette Green Awards (People, Invenzione, Cultura, Comune, Tecnologia, Food e Scatto Green), il Comune diBasiglio è stato premiato come primo in Italia per politiche volte alla difesa dell’ambiente, grazie alla mensa scolastica convertita alla totale autonomia energetica attraverso l’utilizzo combinato di energia geotermica e fotovoltaica.

Non solo. A fare della mensa di Basiglio il miglior progetto realizzato da un Comune, tra le centinaia provenienti da tutta Italia che hanno partecipato all’edizione 2012 del premio, è stato anche l’utilizzo di prodotti Dop, Igp, Bio, chilometro zero eprovenienti dalle terre confiscate alla ’ndrangheta per la preparazione dei circa 700 pasti che vengono serviti quotidianamente. “Una cosa che ci rende particolarmente orgogliosi – commenta il Sindaco Cirillo – perché premia le politiche che questa Amministrazione porta vanti ormai da tanti anni e che hanno nella sostenibilità ambientale ed energetica il proprio filo conduttore”.

Oltre ai 16 mila euro di bollette risparmiati ognianno dal Comune e ai 40 mila chilogrammi di Co2 in meno che verranno immessi nell’atmosfera grazie ai nuovi impianti geotermico e fotovoltaico completati nel corso dell’estate, il valore della struttura sta quindi anche nel messaggio che lancia. “Con la mensa, la cui riqualificazione non è costata un euro alle casse comunali grazie all’inserimento dei lavori nell’appalto di gestione rinnovato nel 2011 – spiega il Sindaco – dimostriamo che anche edifici vecchi di trent’anni possono essere resi efficienti dal punto di vista energetico, e insegniamo alle nuove generazioni l’importanza e il valore di un’alimentazione non solo sana ed equilibrata, ma anche rispettosa dell’ambiente e della dignità delle persone”.

Schermata 2013-06-28 alle 11.03.49

VEDI VIDEO