12/02/2015 – LiberoQuotidiano.it – Italia al Summit sulla lotta al traffico illegale di specie selvatiche a Londra

A rappresentare il Governo italiano sarà il sottosegretario al ministero dell’Ambiente, Marco Flavio Cirillo

Roma, 12 feb. – (Adnkronos) – Ci sarà anche l’Italia tra i Paesi che parteciperanno al Summit internazionale sulla lotta al traffico illegale di specie selvatiche, in programma oggi e domani (12 e 13 febbraio) a Londra. A rappresentare il Governo italiano sarà il sottosegretario al ministero dell’Ambiente, Marco Flavio Cirillo. Obiettivo del summit, nel corso del quale verrà sottoscritta una Dichiarazione d’intenti che impegna tutte le nazioni a mantenere attivo e a rinforzare il controllo sul mercato delle specie selvatiche, quello di contenere il contrabbando e il commercio illegale.

Un fenomeno che, secondo le stime del programma Traffic del Wwf, vale dai 10 ai 20 miliardi di dollari all’anno, e che aggrava il rischio di estinzione di numerose specie rare. “L’Italia ha già oggi un sistema efficace di lotta e contrasto al contrabbando di specie selvatiche, grazie al Corpo forestale dello Stato che controlla e vigila in maniera capillare alle dogane e sul territorio – spiega il sottosegretario Cirillo – non a caso siamo uno dei Paesi, insieme a Germania e Regno Unito, che effettuano più sequestri in Europa, dove nel 2012 il 75% dei sequestri sono stati registrati proprio in queste tre nazioni”.

Il contributo italiano al summit di Londra sarà quindi rappresentato anche da un modello efficace di contrasto del fenomeno. “Il fatto di avere individuato una struttura di polizia ad hoc nel Corpo forestale dello Stato – conclude Cirillo – ci ha consentito sicuramente di essere tra i Paesi più attivi nella lotta a questo traffico, per la quale nel 2012 sono stati effettuati a livello nazionale 67.553 controlli e per la quale il Corpo forestale dello Stato ha attivato un’intensa attività di raccordo e collaborazione sia con l’Interpol sia con l’Europol”.

Vai all’articolo.